mercoledì 14 giugno 2017

Promozione d'estate




 Cari amici, ho scoperto da poco la qualità dei prodotti Yves Rocher...e per farvi provare la loro efficacia ho deciso di regalarvene uno acquistando una borsa Roby Horse.
Ovviamente vi ho indicato in locandina la mia consulente di bellezza Yves Rocher...Desiree...potete contattarla alla sua pagina facebook Desiree Simionato per ogni vostra esigenza...

Le borse che contengono la super crema per le mani di Yves Rocher le troverete qui sotto...








 Rosone_bianco: tracolla monospalla con pompom verdi e rosone bianco centrale
 





Bottoni: tracolla monospalla con 
decorazioni in pompom e bottoni



Semplice: tracolla senza decorazioni                  Anni 70: mini tracolla con pompom e bottoni







 Serious_mandala_button: borsa nera/fantasia 
con doppio manico e bottoni





Serious_mandala fantasy: borsa in fantasia 
                                   con doppio manico               






Serious_mandala pocket: borsa in fantasia 
                con doppio manico
                     e grande tasca frontale     













Fantasia rettangolare: borsa shopper
con applicazione in pompom







Fantasia semi-circolare: tracolla con decorazione in pompom











ATTENZIONE

Tenuto conto che le mie borse sono modelli UNICI ricordatevi che non posso replicarli quindi se vi piace qualcosa contattatemi senza impegno per ogni informazione...
Ho messo i nomi alle creazioni in modo da poter identificare subito quello che vi interessa...

Sono in fase di realizzazione altre borse tipo shopper tenete sotto controllo il blog e la pagina facebook per futuri aggiornamenti...

lunedì 8 maggio 2017

Un secchio pieno di...


...Pensieri positivi...

Ho copiato questa idea da altre creative perchè mi piace tantissimo il proposito
 di diffondere positività.
Questo è un periodo un po' nero per tutti, in cui tutti hanno qualcosa di cui lamentarsi...
 ricevere un sorriso ed un pensiero positivo credo che sia un aiuto prezioso per migliorare qualche attimo della giornata...

quindi...

Ho deciso di inserire in questo secchietto dei bigliettini contententi dei pensieri positivi che distribuirò gratuitamente a tutti coloro che verranno a trovarmi nella mia sede (casa), 
nelle esposizioni e mercatini. 

però...

Non ho a disposizione tanti pensieri...così ho deciso di chiedere il vostro aiuto...

Mandatemi i vostri pensieri positivi...
e io..
vi invierò un omaggio di ringraziamento

 come funziona...

Mandatemi un messaggio privato tramite facebook nella pagina Roby Horse
o invia una e-mail a robertatomanin@libero.it

con il pensiero e i vostri dati. 
Provvederò quanto prima a inviarvi tramite posta prioritaria o consegna a mano (se siete di Torino) l'omaggio personalizzato.   

venerdì 28 aprile 2017

Materiali di qualità

Per realizzare le mie creazioni uso solo prodotti di qualità e di origine certificata e certa...
Oltre ad essere una garanzia per il cliente,  sono una sicurezza anche per me per quanto riguarda la lavorazione delle materie prime..


Per l'esterno delle borse, prediligo il gobelin, tessuto composto da circa metà cotone e l'altra metà in poliestere.
Il gobelin ha una grammatura di circa 400 g/m² quindi è un tessuto spesso e resistente.. 
ideale per dare forma e consistenza alle borse.
Anche i colori sono molto sgargianti e resistenti nel tempo anche dopo numerosi lavaggi.


Gli interni delle borse sono in cotone...di solito uso il cretonne a tinta unita con grammatura più spessa (145 g/m²) e le taschine sono più consistenti.

 In alcuni casi, uso il cotone da camiceria che ha una grammatura da 100 g/m²

 Per le altre creazioni, tipo questo cestino realizzato con la tecnica del patchwork, uso tassativamente la cotonina americana.
La cotonina americana è cotone 100%, ha una grammatura leggera e non necessita di bagno preventivo in acqua prima della lavorazione.
E' il tessuto ideale per i lavori con la tecnica patchwork.



  Bottoni, ponpon e tutto il resto sono di diversi materiali.
I ponpon sono in tessuto sintetico, come del resto tutte le fibre usate per fare delle decorazioni

   
I bottoni possono essere di tutti i materiali...
In questo caso, il cavallino è in ceramica di una ditta che si chiama Button mad
 ...se guardate il sito impazzirete perchè questi bottoncini sono veramente una favola...

 Sempre in questo caso, l'altro bottoncino blu con il ponpon bianco è in metallo,
 rivestito a mano con del tessuto.

Per le copertine, gli scialli e tutto quello che lavoro a telaio e all'uncinetto
 uso solo filati di Adriafil.. 
 
 Per quanto riguarda il punto croce... uso il cotone moulinè della DMC
 e quando capita i prodotti con inserti in tela aida...

 
Per le mie etichette uso fettuccia in cotone e pellicola transfer..tutto made in Italy.

C'è anche un'altra materia prima con cui realizzo le mie creazioni...

... il cuore...💓💓💓

mercoledì 26 aprile 2017

Come nascono le mie borse



Le mie borse non sono frutto di una ricerca di mercato o di uno studio di design ma nascono nella mia testolina...😂😂😂
 

Sono frutto dell'emozione che mi da il tessuto o un particolare, un ponpon, un bottone, un colore...
Praticamente non lo so nemmeno io come le faccio...
...nascono da sole....













Nel corso della mia vita, ho imparato a conoscere le emozioni, a vivere di istinti e quando vedo un tessuto una strana combinazione di cuore-cervello-nonlosonemmenoio parte e nella mia testolina già vedo la borsa finita.
 E' per questo motivo che non ho uno stile vero e proprio.

Le mie creazioni rispecchiano il mio stato d'animo...


Dagli inizi country dei cavalli


A quelle fiorate, colorate e ricche di dettagli

Incanalare questa energia non è facile, è una lenta accettazione di quella che sono...

Roby Horse non è solo creare borse, borsette e quant'altro... è un'esercizio continuo che mi aiuta a stare bene e a  buttare fuori concretamente ansie, paure ma anche gioie e soddisfazioni della vita.
Roby Horse NON è solo un marchio...sono IO.

mercoledì 5 aprile 2017

Love Japan

Nei giorni scorsi sono andata al salone dell'oriente che ha fatto tappa qui a Torino....
L'obiettivo della giornata era curiosare tra le varie bancarelle...vedere qualcosa di nuovo e se fosse stato possibile indossare un kimono...

Alla fine ci sono riuscita....😍😍
Ho indossato uno splendido kimono da sposa....una vera meraviglia...💗💗💗

 Questo è il retro...anche se la foto non è molto a fuoco spero sia esaustiva...

La prova del kimono mi ha fatto partire un embolo...ma la vera cosa che mi ha fatto perdere la testa sono le mollettine che mi hanno messo nei capelli...ovvero le HANA KANZASHI...


Ho scoperto che questi meravigliosi ornamenti per capelli sono gli accessori fondamentali delle acconciature tradizionali giapponesi.
In passato venivano indossate dalle geishe, maiko e dalle spose, abbinate al colore del kimono.
Oggi sono tornate di moda anche tra le giovani giapponesi che le indossano con gli abiti occidentali come i nostri...
http://picssr.com/photos/36265175@N06/page11?nsid=36265175@N06 fonte della foto  

 Ecco qui esempi di kanzashi presi da internet....


Queste meravigliose decorazioni sono frutto di una tecnica di piegatura del tessuto chiamata TSUMAMI KANZASHI con la quale si realizzano diverse tipologie di fiori e petali...
Al momento non ho ancora provato...con gli origami di carta sono un po' scarsa ..
....figuriamoci  con quelli di tessuto...😰😰😰...

Vorrei ringraziare la mia amica Kiyoko che al suo stand mi ha dato la possibilità di indossare il kimono...la trovate su facebook Decoarte.kiyoko
e sul sito Decoarte di Kiyoko

Se siete interessati invece agli origami di carta vi segnalo Nico Rigami vero mago in questa tecnica...



Chiudo l'articolo con questo splendido scorcio del mio angolo origami... 😂😂😂


venerdì 28 ottobre 2016

La mia passione per i dettagli

Sono riuscita finalmente a comporre questo articolo dopo un po' di lavoro e riflessioni in merito al ricamo a crochet e alle decorazioni in genere.
Questa estate ho avuto la bella opportunità di lavorare con un'amica su degli abiti da sposa.
La mia amica è una sarta e si è occupata principalmente dell'aggiustamento sartoriale degli abiti; io invece mi sono occupata del ripristino delle decorazioni.
Qui ci sono le foto dei dettagli del faticosissimo ma appassionante lavoro che ho svolto...

Particolare da ripristinare

Particolare ripristinato


Non so spiegare la soddisfazione che ho provato nello svolgere questo lavoro. Vedere del pizzo insignificante...dei fiori piatti...emergere magnificamente con l'aggiunta di perline, paielettes e cristalli.

 
Particolare del corpetto decorato






particolare della decorazione
L'altra parte della medaglia è la fatica fisica che si prova a svolgere questo lavoro.
Purtroppo non sono lavori da "zero" da fare a telaio sedute ma ripristini su corpetti già finiti e già decorati quindi non si può improvvisare ma "copiare" lo stile e le successioni di decorazioni studiate in precedenza dal realizzatore del decoro....doppio lavoro e doppia fatica...

Mi piace parecchio decorare e mi sarebbe piaciuto imparare la tecnica, soprattutto dopo che ho avuto modo di vedere i provini e le realizzazioni di Pino Grasso all'allestimento di una mostra sul ricamo qui a Torino a Palazzo Madama....Lino, lana seta e oro

La tecnica a crochet è quella più diffusa ma il mondo è veramente immenso...come la fantasia....

Purtroppo al momento non posso frequentare un corso di decorazione di una famosa scuola di Torino perchè non ho le risorse economiche ma la voglia di sperimentare, imparare e soprattutto realizzare è tantissima....
Infatti inizio riempiendo il gatto di pailettes...

We're all mad here 


martedì 26 gennaio 2016

Grembiule multiuso fai-da-te

Grembiule da cucina o multiuso






In questi giorni, mentre stavo riordinando i vestiti stirati, mi è capitato tra le mani questo grembiule...

Era un progetto che avevo realizzato per essere pubblicato in una rivista ma le foto erano di scarsa qualità ed è stato scartato...

Ricordo di averci lavorato parecchio su questa cosa perchè ho realizzato tutto il tutorial compreso il cartamodello...allora oggi lo propongo qui sperando sia utile a qualcuno...

 MATERIALE NECESSARIO 

1 Rettangolo di tessuto di circa 85 cm X 65 cm (precedentemente ammollato in acqua) da tagliare secondo cartamodello
1 Rettangolo di tessuto di circa 30 cm x 16 cm (precedentemente ammollato in acqua) da tagliare per le tasche
140 cm di fettuccia in tinta per legacci in vita (divisa in due pezzi da 70 cm ciascuno);
60 cm di fettuccia in tinta per legacci in collo (divisa in due pezzi da 30 cm ciascuno);
1 quadrato di tessuto fantasia di circa 25 cm X 25 cm per applique in tasche e in pettorina.
Ago, filo, macchina da cucire 

NB il cartamodello è in formato ".pdf" e non riesco a pubblicarlo, potete richiederlo gratuitamente qui sotto nei commenti e ve lo manderò tramite e-mail...

PROCEDIMENTO
  Ritagliare il tessuto secondo il cartamodello 
 NB
Le dimensioni del cartamodello sono 1,5 cm in più per lato rispetto a quelle effettive del prodotto finito














 Lavorare con il tessuto al rovescio, piegare per 2 volte il tessuto per creare un risvolto 
(circa 1,5 cm in totale). Farsi aiutare dal ferro da stiro o eventualmente puntare degli spilli
 o imbastire come vi viene più comodo...
particolare dell'angolo piegato e stirato
 Dal rettangolo più piccolo ricavare due quadrati di circa 16 cm x 16 cm (le tasche) e anche in questo caso dal rovescio fare 1 solo risvolto di tessuto su 3 lati,  sul lato superiore della tasca farne invece 2
sempre con il ferro da stiro,  eventualmente spilli e imbastitura. 
a sinistra tasca grezza a destra tasca stirata
 Tagliare il tessuto fantasia a piacere – in questo caso ho tagliato 2 quadrati di circa 12 cm X 12 cm per le tasche e 1 più grande di circa 14 cm X 14 cm per la decorazione in pettorina 


Cucire il bordo superiore delle tasche a macchina poi con un punto a piacere applicare il tessuto fantasia. 
NB Il mio tessuto fantasia è un sintetico che non si sfilaccia quindi l'ho cucito con lo zig-zag e basta; se avete del cotone conviene applicare alla stoffa quella carta speciale per applique che impedisce lo sfilacciamento e incolla temporaneamente il tessuto alla base per poi essere cucito.

 Cucire tutti i risvolti del perimetro del grembiule ricordandosi della fettuccia per i legacci 

Puntare con gli spilli ed eventualmente imbastire le tasche precedentemente realizzate e cucirle sul grembiule







Puntare con gli spilli ed eventualmente imbastire o stirare (se avete usato la carta speciale per applique) e poi cucire con punto a piacere il quadrato di stoffa da mettere in pettorina
 Stirare il grembiule e ovviamente indossatelo



 CONSIGLI UTILI


Se siete inesperte acquistate un tessuto tovagliato a righe o quadretti (come il mio) così sarà più facile fare i risvolti e cucire le tasche in posizione...

Per fare più in fretta, per i legacci ho usato della fettuccia colorata ma potete farli anche in tinta con il grembiule creando con la stessa stoffa il cordoncino...

Per le applicazioni in tasca e in pettorina potete usare qualsiasi tecnica di applique o di ricamo come vi suggerisce la fantasia...

Se non siete esperte di cucito a macchina preferite delle cuciture in tinta alla stoffa base così eventuali errori di cucitura non saranno tanto visibili...